In questo sito non vengono utilizzati cookies per raccogliere informazioni personali in modo diretto ma alcuni elementi di terze parti potrebbero anche utilizzarli.
Cliccando su "approvo", navigando il sito o scorrendo questa pagina confermi di accettare i cookies
(che ricordiamo possono essere sempre disabilitati dalle impostazioni del tuo browser).
Leggi come vengono utilizzati i cookies su questo sito - Approvo

Quel che ho capito dell’Italicum!

E dopo il Mattarellum ed il Porcellum è arrivato l’Italicum! Un nuovo lemma, uscito dalla bocca di “quell’imitatore di Crozza”, che definisce la nuova legge elettorale  che, dopo un lungo e faticoso percorso parlamentare, ieri è divenuta legge.  Questo è, in versione semiseria, il riassunto di quello che ho capito:

  • andremo a votare dunque con il proporzionale del tizio che dice supercazzole, quindi, come in matematica, la politica sta all’onestà come un pedofilo in un asilo.
  • Ci saranno premi di maggioranza,  circoscrizioni provinciali e doppio turno perchè non ci facciamo mancare nulla quando si tratta di spender soldi.
  • Chi farà parte di una lista minoritaria avanzata sproporzionale non dovrà preoccuparsi perchè se ne eleggono due di liste: una proporzionale stitica e minoritaria e una bilanciata stigmatizzata e diversamente proporzionale.

Fin qui tutto chiaro..  andiamo avanti.

  • Sarà prevista la soglia di sbarramento del 3%, che é funzione dell’indice di capitalizzazione della FICA (Fiat Chrysler Auto), con particolare riferimento del paniere ISTAT dove varranno inseriti estetisti per uomini  e smartphone e usciranno i cd e i sandali della balducci.
  • E’ prevista la geo localizzazione perchè i candidati dovranno fornire le coordinate di residenza: 1°di latitudine sud in più permetterà, a parità di voto, un seggio in più ma solo alla camera e solo di domenica, con prenotazione anticipata e recensione obbligatoria su tripadvisor.
  • Le donne devono essere sempre di più degli uomini per le quote rosa, avranno parcheggi cicogna nei seggi, il telefonino con specchietto, sconti cipria e alcantara delle sedie in tinta. saranno maggioritarie proporzionali alla Camera ma di meno al senato a causa delle negoziazioni cricorscrizionali uniche sinottiche che non so che cazzo vuol dire ma suona bene.
  • Se ci sono più liste vince l’uomo e la donna viene picchiata, tanto l’omicidio “stradale” ancora non passa.
  • Il 3% di sbarramento non vale solo in valle d’aosta, occhio eh! solo in valle d’aosta che poi si incazzano i mufloni, che votano comunque in polinominale. Gli stambecchi invece in proporzionale diretto.
  • A Bolzano e nelle valli possono stare sopra il 30% di qualsiasi cosa, l’importante che siano sotto zero d’inverno, bilingua e che gli italiani paghino di più.
  • Poi, in senato, i senatori faranno anche i vigili urbani di Roma, almeno non faranno assenze a capodanno, perchè viene assicurato straordinario doppio nominale non proporzionale.
  • Il premio di maggioranza è 340 seggi ma senza quelli di finto mogano (causa ultima mazzetta nella ristrutturazione) diventano 320.

Insomma, un po’ ostico nella punteggiatura ma il nuovo sistema è decisamente più semplice dei precedenti. Soprattutto garantirà governabilità, coerenza, correttezza, onestà e una radicale diminuzione di una delle piaghe che ci affliggono: il traffico. La cosa più chiara è che il Presidente della Repubblica firmerà una legge elettorale che rinnega una sentenza della Corte Costituzionale di cui faceva parte proprio lui. Questo è quello che ho capito.. poi pò esse che me sbajo..

Photogallery

Commenti

Lascia un commento

Loading...
0