In questo sito non vengono utilizzati cookies per raccogliere informazioni personali in modo diretto ma alcuni elementi di terze parti potrebbero anche utilizzarli.
Cliccando su "approvo", navigando il sito o scorrendo questa pagina confermi di accettare i cookies
(che ricordiamo possono essere sempre disabilitati dalle impostazioni del tuo browser).
Leggi come vengono utilizzati i cookies su questo sito - Approvo

Carnevale Viterbese, premi finali e nuove proposte

A volte basta una semplice idea per rivoluzionare una città e scardinare luoghi comuni. Un commento su facebook, una proposta buttata là e pigliata al volo. Provarci sul serio, perché no? Con l’entusiasmo e l’inconsapevolezza di chi non conosce e non teme le labirintiche procedure burocratiche italiane.
Mesi di lavoro: permessi, concessioni, tributi, richieste, file negli uffici, qualche inevitabile rifiuto e aiuti insperati. E volontari che, intanto, imbustano coriandoli da distribuire.

Alla fine arriva il giorno del Carnevale e succede qualcosa che va oltre qualsiasi speranza, qualsiasi previsione. Un successo strepitoso che gli organizzatori non avrebbero mai potuto lontanamente immaginare. Quasi diecimila partecipanti, una folla oceanica che si diverte, che guarda ammirata la sfilata delle maschere, che sorride, che applaude e balla in piazza, bambini che ridono felici. Gli occhi lucidi e increduli degli organizzatori.

E tanti fotografi che immortalano quei momenti, in epoca social tutti fotografano ma questa volta ci sono in palio anche dei premi. Abbinato al Carnevale c’è un concorso fotografico per la foto più bella, le prime tre classificate riceveranno dei premi messi in palio dagli studi fotografici Mecarini e Grazini. La foto prima classificata sarà l’immagine per il prossimo carnevale.

La festa, purtroppo, come tutte le cose belle svanisce in fretta, ma in città non si parla d’altro per settimane, cosa ci sarebbe voluto a farlo prima? Quanto è costato? Perché non lo rifacciamo subito? Un anno d’attesa è troppo lungo…  

Intanto si riguardano le tantissime foto scattate, foto colorate e piene di allegria, foto per ricordare, foto da condividere sui social, foto buffe e foto dolcissime.

Quasi seimila foto, un nuovo immane “lavoro” di selezione. Una prima scrematura riduce il numero a 500 foto tra cui scegliere. La seconda scrematura ne individua 90, che sono sottoposte all’occhio esperto di una giuria di fotografi professionisti. Restano in gara 28 foto che sono votate dalla giuria popolare di facebook.
Al voto popolare si somma il voto di una commissione tecnica. Finalmente, dopo un lavoro lungo e certosino che ha richiesto mesi di impegno, selezioni, scambi di pareri, arrivano i nomi dei tre classificati, più un doveroso premio speciale:  

Primo classificato Stefano Cruciani, con la foto “Gaia tra i coriandoli” la bella immagine di una bimba in maschera con gli occhi vispi pieni di gioia.


Secondo classificato Massimo Del Citto, con la foto “Il pagliaccio a colori” un intenso primo piano di un clown in cui predomina il colore rosso.


Terzo classificato Federico Botarelli, con la foto “Il cane tra i coriandoli” perché anche gli animali hanno il diritto di divertirsi e Aaron descrive benissimo la felicità che sta provando.


Premio speciale Mariam Josephine Behboudi, con la foto “Batman con bambino” ritratto in bianco e nero, uno sguardo d’amore tenerissimo tra padre e figlio, entrambi mascherati allo stesso modo

 

Durante la premiazione delle foto, alla presenza del sindaco Leonardo Michelini e dell’assessore Sonia Perà, si respirava lo stesso clima di allegria e partecipazione popolare che ha caratterizzato il Carnevale.

 Il gruppo del “Carnevale viterbese” ha dimostrato ancora una volta che per fare eventi di piazza, serve solo entusiasmo, un pizzico di sana follia e tanta buona volontà. E il Carnevale costato alle casse comunali solo 3.900 euro è la dimostrazione più lampante che insieme si può fare.
Lucio Matteucci, portavoce del comitato, ha ricordato che il suo gruppo di lavoro si mette a disposizione della futura amministrazione per l’organizzazione del Carnevale 2019.

Intanto stanno lavorando a due nuove grandiose idee, il Carnevale estivo previsto per l’8 settembre. E i giochi senza frontiere a Prato Giardino per l’estate 2019

“Sarà un “Giochi senza frontiere” in chiave viterbese - annuncia il vulcanico Matteucci – le squadre che si sfideranno apparteranno ai diversi quartieri della città più le fazioni, sarebbe bello per il futuro riuscire a coinvolgere anche i comuni della provincia”.

 

 

 

 

 

Photogallery

Commenti

28/05/2018
14:08:24
Divertimento e dolcezza (inviato da Giulia )
Leggerete articoli così belli è un piacere, mi piacerebbe conoscere chi si cela dietro la mano che riesce a trasmettere questa gioia e tanta dolcezza a noi lettori..
28/05/2018
07:14:27
Grazie (inviato da Roberto)
Un piacere leggere articoli che trasmettono passione e spiegano cose chiare. Grazie al comitato carnevalesco dove spero di poter dare il mio contributo.

Lascia un commento

Loading...
0