In questo sito non vengono utilizzati cookies per raccogliere informazioni personali in modo diretto ma alcuni elementi di terze parti potrebbero anche utilizzarli.
Cliccando su "approvo", navigando il sito o scorrendo questa pagina confermi di accettare i cookies
(che ricordiamo possono essere sempre disabilitati dalle impostazioni del tuo browser).
Leggi come vengono utilizzati i cookies su questo sito - Approvo

"Zingaretti inopportuno e arogante su nomina commissario ASL"

(ric e pub) Dal presidente Zingaretti un atteggiamento arrogante. Dopo la bocciatura dell'operato dell'ex direttore generale della asl di Frosinone da parte della conferenza dei sindaci della provincia, e dopo le numerose problematiche della sanità in ciociaria, tra l'altro i primi a puntare il dito contro l'operato della regione sono stati proprio gli amministratori locali di centrosinistra, ci si aspettava un netto cambio di passo, per cercare di affrontare al meglio le emergenze presenti. Invece, il Governatore ha dimostrato tutto il suo disinteresse nei confronti delle esigenze degli amministratori, che chiedevano un dg espressione  del territorio, e non un commissariamento. La scelta di Zingaretti assomiglia quasi a una provocazione. In primis perché viene nominato – appunto - un commissario e non un dg, e poi perché il designato è Luigi Macchitella, ossia colui che fino a un mese guidava la asl di Viterbo, peraltro era l'unica azienda sanitaria commissariata in tutta la regione. Perdipiù la sua esperienza in Tuscia è stata a dir poco disastrosa e fallimentare, a tal punto che quando è andato via c'è chi ha addirittura festeggiato. Invece, Macchitella esce dalla porta e rientra dalla finestra. Una scelta, quella di Zingaretti, che sicuramente non ascolta le richieste dei tanti amministratori locali, che chiedevano ben altro"

 

Lo dichiara il Capogruppo di Nuovo Centrodestra della regione Lazio Daniele Sabatini

Photogallery

Commenti

Lascia un commento

Loading...
0